venerdì 6 agosto 2010

eRezioni anticipate.


C'è questo sito che qualche giorno fa si è messo sulla homepage il post vacanziero di prima.

Io sono
lusingato e stupito del fatto che Le mie vacanze siano risultate così interessanti. Ma non c'entro niente. Mi è stato proposto e ho accettato, dico “Lo giuro”. Prendere io una tale iniziativa mi sarebbe riuscito difficile, per lo schivo che faccio usualmente.

Però adesso che ho anch'io il bollino a pié di pagina come faccio, per esempio, a dire ancora pest&corna di dio davanti a tutti?
Ha! manchi come al solito di fantasia.

Per esempio non credi che il solo toccare alcuni argomenti possa stimolare certe esternazioni? Anche per questo, nonché per darmi un tono parlando di cose un sacco serie, il tema che adesso svolgerò è: La Politica.



La Politica.


Dovevi vedere quanto era sdegnato Ér Nesto quando ha sentito che avremmo dovuto pagare una terza piotta d'€cu per il pieno di benzina della Grandepiunto presa a nolo per la vacanza, oltre alle 2 già versate online.
Cioè, capisci? per ammortizzare quel pieno (imposto a un prezzo decisamente alticcio) avremmo dovuto consumare l'intero serbatoio girando in tondo prima di riconsegnare la macchina al noleggio. “And what if I want to pay just the fuel that I'll consume at the pump and at the price that I prefer?” “ Sorry, these are the conditions that you can read on the contract that I've given to you just now” “Ridiculous conditions”. Al che io, soffrendo come un perro rognoso, per compensare la sferzanza di quel ridiculous mi sono ripromesso di rivolgere a quel povero roscetto magrolino dalla pelle rosa e il mento sfuggevole tutti quegli Adéu! sorridentissimi e calorosi che poi gli ho detto mentre ce ne andavamo.

Ma il rude Herr Nesto aveva ragione. Io quando affittavamo il furgone per andare a suonare non c'era mica, sta cosa. Tu lo prendevi, il tizio si segnava il livello del carburante e con quello dovevi riportarlo. Oppure te lo davano pieno, e col pieno dovevi riconsegnarlo. Altrimenti cazzi tuoi, lo rabboccavano loro al costo proibitivo che dicevano.

Sono le sorpresine del marketing.


Tu attiri la falena con una bella lampadina che luccica di condizioni favorevoli, gli fai firmare 1 contratto e poi lo freghi con tutte le clausole scritte in piccolo che riesci ad aggiungerci. Oppure vendi in tutti i negozi lo stesso articolo specificando feature sottodimensionate e standardizzate - “Stampa 18 pagine al minuto!” - e fai dichiarare la diciannovesima solo ai negozianti più fidelizzati. L'esempio è dEr Nesto, che lavora proprio nel Supermarketing. O magari, come usava tempo fa, vendi il Nokia scrauso senza la visualizzazione dell'ora e quello sghicio con, quando invece girano gli hacker sui siti che pubblicano i trucchi per attivarla anche sul primo che evidentemente ha la stessa elettronica. Ma così tu Nokiatestadicazzo spremi per bene entrambe le fasce di mercato. Senza neanche spendere sulla progettazione e la realizzazione di 2 chip diversi.
L'ignoranza è il genitore, e il profitto il figlio.

Ma come al solito, lasciami dire, vai fuori tema. Stiamo parlando di Politica, no? Bene.


Attualmente l'Italiano sembra manifestare un classico episodio di eRezioni anticipate. Fini & Berlusconi rompono definitivam. Chi dice che “Fini però è rimasto l'unico che,” ecc, e invece chi fa “Bene, s'è tolto dai piedi quel rompicoglioni”. E allora anche io & te, che non so te ma io siamo persone serie, parliamo di cose altrettanto serie.
È la divisione che genera l'impero.

Si è creato, mutuando tattiche collaudate, una divisione del bacino di utenza. Hanno provato a unire furbetti paleodemocristiani neoberlusconati con fieri conservatóri dai sani principi reazionari, ma tra loro mal si sopportano. Metti a convivere nello stesso appartamento due grandi amici, e vedrai dopo 1 po' che litigi ne sortiranno. Figurati i due di prima, male assortiti fin da subito.

In questo modo riesco a motivare le due fazioni a darmi un voto perenne. Me li fidelizzo, me li. Come i vecchi casini di Casini, fuoriuscito dall'Asse con pretesti più dimenticabili dell'arciduca Franz Ferdinand, presunta causa dello scoppio della I guerra mondiale sui libri di Storia che mi rivendevo ancora intonsi da Maraldi non appena iniziava l'Anno Scolastico.

Poco prima, anche la sinistra moderata aveva provato a riempirsi la bótte di Sinistri moderati, e a ubriacarsi la moglie di teodem. Coi proverbiali risultati che conosciamo.

Pietro's ammicca ai giustizialisti e seduce i forcajoli.

Pannella fuma spinelli e beve il piscio (restando diciamo sul leggero in entrambi i casi, merda & roina sono + indigeste e rischiano di alienargli il giovane).

Se voto Rifondaz., dall'inattaccabilità della mia postazione intellettuale ostento amore pei necri stracomunitari, che perdipiù mi tornan buoni quando coi loro ditoni affusolati mi sfilano al nero (sic) la merda dal culo dei vecchi-inetti che non riescono neanche più a cagare, ai quali, preso come sono, non ho certo il tempo di badare.

Senò tifo Lega, e prendo a schifare violentemente necri e in generale tutto ciò che dello Stivale non sia la Tomaja.

Quindi riassiumiamo. Nell'ordine, abbiamo opzioni di voto per:

- i Tangentofili
- i Regressisti
- i Sinistrati
- i Siniti parvulos
- i Rockettari's
- i Bombaroli-light e gli Uròpoti
- i Necrofili
- i Legacci senza suola.



Non so. A te ti convince, questa roba? A me mette un po' di tristezza. Ciai presente quell'orazione di Ciceruacchio Pro domo sua?

Io non credo nella bontà e nell'altruismo. Ma poniamo il caso che io nella mia vita abbia a cuore solo il Letame che mi ricopre i campi coltivabili. Di conseguenza mi è giocoforza temere il Necro e l'altezzosa coprofagia con cui me lo divorerebbe. Ebbene: anche in questo esempio di fantapolitica estrema mi sembrerebbe ingenuo dare un voto a uno che spergiura di tutelare esclusivamente questa mia coprofilia, e magari non si esprime su tutte le altre cose che potrebbero starmi a cuore quali, pro domo mia, la Calvizie. Cosa farà costui, mediante il mio voto, per compiacere la mia frustratissima tricofilia? Non saprebbe – non risponderebbe, lo stronzo.

Diamine! La vita, signori miei dell'ultimo punto elencato, non è solo Il Letame. Magari se esci dal campo e ti fai una bella passeggiata al chiuso che fuori è una così brutta giornata, ti accorgi di tutta 1 serie di valori nuovi e interessanti. E poi non perdi il tuo tempo a baccagliare con quelli che invece ti snobbano Il Letame, te lo sminuiscono, e danno attenzione a cose che ti sono aliene come La Marihuana o Il Digitale Terrestre, pretendendole meno merdacee del tuo Letame.

Tutte quelle tribune politiche conseguenti. Ma che te ne fai? non ti bastano più Romalazio & Intermilan?
Secondo me, con un po' di empatia, uno potrebbe dirsi tipo “sì, il letame è una bella invenzione, ma magari pure il jointino di quello o lo yachtino di quell'altro, potrebbero esserlo. Guarda come ci tengono anche loro a quelle cose misteriose, sembrano averle a cuore come io ho a cuore il Letame. Voglio imparare a rispettare le istanze di tutti, e a non spandere più tempo nell'alterco sullo sterco.”


Inoltre, ma chemme rappresenta che adesso tutti si vantano delle loro belle prodezze e si fanno la spia dai cartelloni? ma è possibile che non ci sia mai crisi per i costi tipografici?
Non mi serve sapere che “Per colpa di X chiuso l'ospedale Y”, o “Z lascia un deficit di 1 fantastiliardo”. Coè, sarebbe bello saperlo; ma voglio le prove.

Poi io mi ricordo che da piccoli chi fa la spia non è che sia proprio un fico, e allora non mi spiego questa gran voglia di votare certi soggetti. O meglio, quando dei bambini si accusano a vicenda, una brava maestra dovrebbe esigere chiarezza e scoraggiare le esternazioni di parte, specie se strillate. L'elettorato dovrebbe solo deridermi se io candidato dicessi “è da 20 anni che non mi casca 1 capello” omettendo che a giorni alterni mi rado integrale, poiché semplicemente non ho alcun merito, ho risolto il problema alla radice e sto facendo sofismi del cazzo.

Ma a parte questo, mi faccio cinico e dico “ma no”: è naturale che in una democrazia rappresentativa le parti siano rappresentate in percentuale. Quindi, se io ho la fortuna di appartenere a una maggioranza di coprofili fissati x il Letame, è giusto che di Letame sia impiastricciato anche chi lo snobba. Solo che per Giove, vogliamo per davvero credere che sul tavolo da giuoco i nostri croupier dispongano solo di quattro canne, due crocifissi e un po' di cacca?

Ho l'impressione che le vene aurifere sarebbero ben altre, incontaminate e ormai accessibili.

In una canzone che non ho mai cantato (ma un giorno giuro te la registro) elencavo una serie di valori, anzi Valori ancora incontaminati, da vendersi a caro prezzo ai Partiti. Dico i primi che mi vengono in mente.







L'Odio Verso il Cancro.
Il Diritto a Scaccolarsi Solo Io.
La Propensione all'Immortalità.
Il Diritto al Pene Più Lungo (un partito trasversale, con buone propensioni alle quote rosa).




 


Non darebbero luogo a dei Partiti davvero bellini? Secondo me, ci sarebbe da divertirsi ben di più.

Pest&ccorna diddio! Sessento che Olivierotoscani ci fa i $oldi, maledetto spifferone, giuro che ti vengo a cercare.


Nessun commento:

Paperblog