domenica 7 marzo 2010

s1000 & nn + s1000

----- Original Message -----
From: Il Riccioletto
To: Vilipendio
Sent: Sunday, March 07, 2010 6:38 PM
Subject: RE: skype? what time?



Guarda, ti dico la mia posizione sugli smile che, come forse avrai notato, uso con parsimonia estrema.

Qualche anno fa, notai che Xxxx li usava tantissimo e spesso.

Ora, gli smiles, in genere sono carini e simpatici, colorano un po' quanto si sta dicendo, punto.

Eppure, mi rendevo conto, soprattutto in occasione di quelli utilizzati da Xxxx, che porcoddio tutti i suoi smiles mi stavano sul cazzo.

Poi lessi da qualche parte su internet un tizio che diceva una cosa che evidentemente sentivo in forma embrionale nel vedere gli smiles, ma non avevo ben decodificato - diceva più o meno che

gli smiles aiutano (visto che gli interlocutori non sono fisicamente presenti) a chiarire il senso di una frase detta, ad esempio a sgombrare il campo riguardo ad un potenziale offensivo di una frase qualora fraintesa. Un po' come dire "...scherzo...".

Il tipo però giustamente proseguiva dicendo che dello stesso strumento poi si abusa quando si dice veramente una cosa cattiva, per far male, e poi si mette lo smile.

Ora - questo era esattamente il caso degli smiles di Xxxx.

Esempio : "andrai a trovare mariana :-) "

Lui facendo questa domanda, in realtà voleva capire se magari nel mentre mi fossi fidanzato, se magari da quando c'eravamo sentiti avessi cominciato una storia importante...

Ma questo è solo un esempio che ho inventato adesso, era in realtà una sua abitudine, uno strumento molto utilizzato per mascherare le intenzioni.

Ora ripeto, come altri strumenti, penso che questo sia un esempio di utilizzo sbagliato, e che in genere se ne faccia un utilizzo gradevole e giusto (ad esempio, considera lo strumento del coltello, e degli usi che se ne possono fare giustissimi e sbagliatissimi).

Tuttavia io ho fatto la scelta di utilizzarli il meno possibile, semplicemente perché non voglio essere aiutato dagli smiles per chiarire la sfumatura del concetto, ma che resti un po' ambigua, come è sempre stato nella parola scritta.

Ed ecco allora che su tanti videos di youtube il mio commento è un laconico "una cosa pazzesca." che può essere recepito come:

"fantastico ragazzi fantastico, esilarante"
"vergognatevi, perditempo del cazzo"
"che schifo mi viene da vomitare"
"sì sono d'accordo con voi quanto riportato in questo filmato è riprovevole"
"sì sono d'accordo con voi, quanto riportato nel filmato è eccezionalmente bello/giusto"
"E' assurdo che ci siano dei dementi che mettono cotali video in youtube porcoddio"
"Ragazzi, complimenti per il video, è assurdo che certa gente, come i protagonisti di questo vostro bel video facciano delle cose così incredibili".

8 commenti:

Il Riccioletto ha detto...

Boh, la cosa di iutub alla fine non so se viene capita bene, al di fuori di noantri :-|

Cmq, chi mette lo smile (non per inserire un disegnino ma per suggerire un' interpretazione), mette le mani avanti. ;-)

Vilipendio ha detto...

Sacro und santa, sacro und santa, la tua crociata vs gli smile.
Se non fossi così pigro e incostante ne intraprenderei diverse purìo, alcune anche ortografiche come le tue.

Tipo che io aborro fra gli altri i puntini di sospensione e i punti esclamativi plurimi. Però, poiché discriminarli in favore di altri tasti della keyboard, poiché? In altre parole, because porcodiddìo, because ?!?

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo sto post tutto d'un fiato.
1. Ho sempre odiato gli smiles perchè, a seconda dei casi, mi appaiono come sorrisi ebeti o ipocriti;
2. Tendenzialmente ho una certa propensione per la provocazione (che non è offesa, anche se spesso le offese, soprattutto nel web, sono tentativi maldestri di provocazione fatti da incompetenti nel ramo provocazione) e la provocazione non ha senso se si mettono le mani avanti;
3. Se uno non capisce il senso di ciò che dico e si rischia il fraintendimento, cazzi suoi.
Amen.

Il Riccioletto ha detto...

Mazza che affinità, che sensazione piacevole essere compreso da un estraneo (anonimo per giunta).
Condivisione anche da parte mia.

Vilipendio ha detto...

Per me, niente di più acuto (sic) della metafora del coltello deL Riccioletto, più gajarda delle stesse cesoie di Occam.

Fuor di metafora, quello degli smile siamo tutti d'accordo a considerarlo un instrumento, e così ciabbiamo ragione a considerarlo pericoloso, guarda presempio la bimbatomica, brr che pericolosa la bimbatomica specie quando esplode!

Però a me mi piacerebbe che una buona volta Umbertoeco se la piantasse di scrivere i libri sulle liste della spesa che vanno a raggiungere quegli altri in cui se la miotica e se la mantica, gli unici suoi che non compro mai. Mi piacerebbe invece che scrivesse un bel trattato sullo smile come segno interpretabile, giacché lo smile può farsi instrumento di spiazzo, come nei segg. esempi:

entusiasmante questo giro di blues (-.-)Zzz

smettere di fumare non mi ha portato che giovamenti ='-(

davvero non sei riuscita a prenotare per la montagna?
\o
|\
/ \

, ma consente usi anche più allusivi che ora non mi va di immaginare perché ho da andare a dormire che domani a lez. ho da essere frescone come un rosone aulentissimo (in realtà, pssst! ho un sacco di giornaletti nuovi da leggermi a letto).

fruttimentali ha detto...

Bene Richelietto, bene Willypendio (o forse dovrei dire "Vincè"), molto bene Anonimo.
Riccioletto, scusa una domanda, andrai a trovare Anonimo? :-)

Adesso inizio a dire la mia.
Secondo me gli smiles sostituiscono la capacità di esprimere in maniera personale e/o intelligiente un concetto. Così come riempire una email o anche un sms di errori ortografici, grammaticali, sintattici, logici, semantici, ecc. serve solo a sdoganare l'uso di un linguaggio da segnacci rossi e blu perché non si saprebbe usarne altri.
Le regole, cazzo! Le regole! Ci sono e bisogna rispettarle, in internet come negli scacchi come in parlamento. Da uno smile non giustificato alla dittatura il passo è breve. Sarà che in questi giorni mi rode di più, ma...

Vilipendio ha detto...

Ahah, a Fruttimentà, chettepossino caricatte: dalle tue parole ti trapela spesso grosso feticismo per il gossip. Mi sa che tu sei uno di quelli che non vede l'ora d'annà dar barbiere per finalmente sfogliarsi impunito Cronaca vera e Novella 2000.

fruttimentali ha detto...

Ma io, veramente... no no il gossip lo aborro. E' solo un gioco a fare il geloso con il Cardinal Ricciolét. TU, piuttosto. E ho detto tutto.
Un saluto particolare a nonimo.

Paperblog