giovedì 10 settembre 2009

Beh beh.

La cosa che mi amareggia di più è che non c'è stata una volta, in queste chiacchierate, che non sia stato io a farmi vivo. Se non ci credi guarda, vai a ritroso: non può essere che debba sempre iniziare io, addiritura con un titolo una data e uno svolgimento, e poi semmai tu ti degni di ribattere qualcosa. Oh, ma quanto sarai formale?

Ma ti perdono, inquantoché ciò avviene per mia precisa scelta: non ti puoi immaginare quanto in questo periodo io stia bramando scorciatoie per il martirio nella solitudine (burp). Ma torniamo a volare bassi, io e te, sennò rischio di perderti proprio adesso che ci siamo ribeccati.

Stavolta è diverso. Stavolta davvero ho intenzione di fare qualcosa per te. Come gesto distensivo, quando mi parrà e senza periodicità alcuna, inizierò a schiaffare qua sopra un nuovo scemeggiato a puntate. Di capitolo in capitolo, per qualche minuto esso sostituirà la tua tristezza di interlocutore passivo con la tua allegria di interlocutore passivo.
Ciao eh, salutami tanto a tutti. Hai visto che è pure morto Mike.

Jackson.

Nessun commento:

Paperblog