sabato 26 settembre 2009

Agostino.

Senti: una cosa me la devi dire, e me la devi dire subito. Fino a quanto hai intenzione di continuare con questa farsa assurda di dio?

Ma ti pare possibile? Cioè fammi capire, secondo te che sarebbe capace di fare, questo – come hai detto che si chiama – dio? Arrampica i muri? cià la super-vista? piotta quando corre? esaudisce i desideri se lo sfreghi? Questa poi. È scientificamente riscontrato che non li esaudisce manco se lo sfrega colle guance G. Ferrara .
È telepatico? telecinetico? telegenico? Madonna, che nervi. Si allunga tutto, magari pure il cazzo (figurati)? È capace di far piovere a richiesta dei suoi ballerini roba dissetante, oltre rane, cavallette, manna ecc.? cose vogliodire che, a differenza di quelle testè citate, possano lenire l'arsura dell'assetato che lo danza. Guarisce i lebbrosi? ha! non mi sembra che sia riuscito a salvarli dall'estinzione. Solo le suore delle squole di suore fingono ancora di credere all'esistenza dei lebbrosi, per taglieggiartici quando sei piccolo.

Cià la super-forza? la super-vista? la super-visione? è di gran lunga più forte di Tyson? non credo proprio. Bestemmia meglio di me? ha! vorrei proprio vederlo, quella suoletta interna delle Superga di G. Ferrara.
È super-intelligentissimo? cià il covo segreto? la dio-caverna? la dio-mobile? il dio-cane che gli scodinzola quando vi fa ritorno? Cià i parenti che si crocifiggono? cià i nemici coi superpoteri? Non mi sembra, io ad esempio purtroppo non celiò.

Che, per caso non gradisce se mi perdo i semi di continuo, sia facendo all'amore tra me&me senza scocciare nessuno, o peggio che mai con gente che non mi condivide i sacri legacci del matrimonio? ma chi, lo stesso che invece si lasciava rappresentare in terra da uno che prima di morire di breakdance si faceva le foto a braccetto con quel cileno Collodiano, com'era: Pinocchièt?

Madonna mia, se lo vedo sai quante gliene provo a dare.
Cosa gli darei, cosa gli darei? Secondo me, l'unica cosa certa è: non dei montanti. Il montante, altresì detto uppercut, è il colpo diretto al mento, sferrato dal basso verso l'alto. Secondo me, un montante implicherebbe 1) che una parte importante dell'impatto verrebbe attutita dalla barba; 2) un contatto diretto colla barba, che sarà di certo umida della vagina della sua cortigiana favorita nonché madre.


Che schifo. Allora no: meglio, molto meglio colpi diritti, tipo una sequela di sinis' des' sinistr. Però secondo me l'ideale sono i ganci, anche solo uno. Madonna che darei per piazzargliene sul volto uno solo. Magari il destro. Certo, Colui potrebbe schivare, quello schivoso. Che schivo.

Come, come lo odio. E non c'è verso che metta la testa a posto, poiché l'hanno fatto a nostra immagine & somiglianza, quell'escremento di anfibio.

All'inizio Gli stava molto a cuore che i suoi seguaci si facessero sgranocchiare dal leone; solo però se intanto essi Gli cantavano una canzone da chiesa. Poi a un tratto, anche questo gli è venuto a noja. Madonna che mentecaggine! Esso poi pensa di essere furbo. Infatti, che fa? manda la sua stessa Madronna a fare Bù! alle pastorelle, capito? Mica la fa apparire a Margherita Hack o a Piero Angela o ad altri membri della confraternita sgama-cose-magiche, che quelli coi loro contatori Geiger te la rivoltano come il pedalino che è. Macché. Appare a una pastorella burina, che chiaramente gli crede subitissimo, nonostante uno dei Segreti (guarda caso l'unico davvero segreto) era il segreto di Pulcinella. Allora eccoquà, sai che ti dico? io pure ciò il segreto, vieqqua, pssst: unciò miha hapelli.

Ma dai. Cazzo, io non voglio parlare di cose preponderanti quali la Calvizie. Ma porcatroja metti che esco co una e un paio d'ore prima vedo che ciavevo un brufolino sul naso. Macheccazzo vòrdì sta trovata proprio oggi, fammelo sparì, sta cazzata, no? Presempio fammelo sparì e allora ci posso pure stare ad adorarti. Macché. Tutto il decorso bisogna subire, esploderlo, tamponarlo colla carta ergenica, sopportarselo appresso dapertutto. Ti stai a rende conto della sciccheria? mica ti fa cascare in testa un pianoforte scordato, quel vigliacco; che poi sarebbe facile per tutti alzà lo sguardo e dì “anvedi che fiodenamignotta quel tirapianoforti lassù, sì, quello là sopra che je goccia la barba”.

Io gli vorrei innescare nelle emorroidi mille talebani imbottiti di tritolo, a quel furbone. La cosa che mi fa più specie è che pensa di essere furbo, pensa che noi non ci accorgiamo delle sue nefandezze e lo adoriamo lo stesso. Io! adorare quel maldestro lestofante? Sappi solo che nella mia lista di Persone Adorabili Colui viene molto dopo G. Ferrara.

Capisco che a continuare di questo passo rischio di perderti, te che adori così facile, così sciorto. Guarda manco te vojo sottovalutà, sarebbe facile pemmé dì “aò io sti adoroni facili sai che me ne frega di portammeli appresso, io voglio esse attorniato solo da adoroni esiggenti, no easygente come te”. No, macché: pure tu, adorone facile, mi sei prezioso, perché io a Colui che Col Cazzo È, conto di fargli terra bruciata attorno. Dici: “e come?”.

Ciai presente come a un certo punto provavano a sconfiggere Freddykrueger in Nightmare o Pennywise in It? Così: di botto lo ignorano. Non gli danno più soddisfazione, come secondo le suore dovresti fa coi bulli pe falli smette (ahah). Solo che quei personaggi di fantasia, data la loro alta levatura, all'inizio ce restavano male; ma poi tornavano alla grande, ALLA GRANDE! a combinà casini a tutti.
Secondo me, invece quel vanesio di dio ce casca. Vanitoso com'è, secondo me se trovi la perseveranza de tenèje le spalle voltàte, je fai sbottà er còre, je fai.
Pure io ad esempio sbajo, sto a sbajà, a daje così retta. Ma come devo fa? quello mi circuisce, colle sue cose da pòrci, richiamando la mia attenzione. Cià sempre 1 sacco di cose da pórci.

Che mal di testa. Ma che parlo a fa? Tanto sappiamo benissimo che non cambia na ceppa. E mica perché “questa è la nazione cor Vaticano drento”. Ma perché io & te ciabbiamo delle lacune. Tu quelle lacune cerchi di blandirle colle tue moine smanceriose di adorone facile, cantando nel frattempo la tua canzone di chiesa al leone che tte mozzica. Io dal canto mio gli vomito addosso tutto il mio purulento biasimo. Anche (e soprattutto) quando non ho problemi di leoni.

Ma né io né te possiamo fare finta di niente. L'unica comunanza d'intenti fra me & te, è che a quelle lacune reagiamo entrambi allo stesso modo. Gli diamo un nome di rango e la città più inespugnabile.

3 commenti:

Il Riccioletto ha detto...

Porca troia Pennywise mi fa cagare sotto porcoddio. ALLA GRANDEEE, citazione colta nonché còlta. Una su tutte? "Morire di breakdance". Meglio di breakdance che "per delle idee" come diceva Faber.

Il Riccioletto ha detto...

Da paura, una fissa, sembra un uomo normale ma ci fa un po' orrore, chissà perché. Parlo di questa persona apparentemente normalissima.

Vilipendio ha detto...

Cioè, ma hai visto che orrore?

Calcola che tutte queste moine servivano solo a mettere la foto de Quer pagliacciaccio brutto.
Se ci fai caso pare che sappia esattamente che ti frulla per la testa, e che colla sua espressione voglia farti capire che non è con quelle 2-3 sciocchezze che te la caverai.

Mortacci dei pagliacci.

Paperblog