giovedì 16 ottobre 2008

Critical Brain.





















----- Original Message -----
From: Il Riccioletto
To: Vilipenzo
Sent: Saturday, October 11, 2008 4:07 PM
Subject: RE: Tabacco




Ti ricordi quando ti dicevo di critical mass, di <xxxx>, della mia avversione per l'arroganza del ciclista. Il punto principale è che secondo me i ciclisti devono decidere una volta per tutte se seguire le regole dei veicoli o quelle dei pedoni, dopodiché si devono attenere ad esse nei rispettivi diritti e doveri. Poi qualche giorno fa ho visto anche un'intervista al fondatore, un tipo di san francisco, che ha ideato il tutto più di dieci anni or sono.
Beh mentre passeggiavamo tu mi dicesti "pensa farlo al contrario, cioè un giorno in cui gli automobilisti danno la caccia ai ciclisti".

Cazzo ripensaci bene, sarebbe una ficata fare un sito ed un movimento e chiamarlo tipo "CRITICAL CAR" oppure "CRITICAL ENGINE" (per così coinvolgere anche le moto, più agili nel braccare i ciclisti).

Cioè qualsiasi mezzo che consumi un idrocarburo per spostarsi.


Il sito potrebbe nascere come ritorsione al critical mass che ha ovviamente scagliato la prima pietra.
Tutti sanno che infatti la maggior parte dei componenti del C.M. vogliono solo divertirsi danneggiando gli automobilisti, qualunque automobilista, anche il più innocente.

Quindi loro hanno iniziato e si potrebbe fare tranquillamente un movimento, a patto che fin da subito ci si dissoci da qualsiasi incidente che causi ferite ai ciclisti - gli si potrebbe solo mettere un po' paura, braccarli un po', sgasargli dietro ed inchiodare all'ultimo.

Poi dissociarsi quando succede qualche incidente ... come i calciatori si dissociano dagli atti vandalici dei teppisti allo stadio.

Se sul sito chiariamo bene questo punto penso che non ci sia nulla di illegale, non più di quanto facciano i CM.

Poi si sceglie un giorno all'anno che sarà il giorno del "CRITICAL CAR", ci si dà appuntamento e ci si diverte scorrazzando per la città e suonando clacson e sgasando, anche se i ciclisti si fossero rintanati tutti, sarà a suo modo un successo.

Se ne becchi uno poi scateni il putiferio. Lo scorti lungo tutta la sua fuga sino a casa assordandolo.
Nei vicoletti i motorini possono lanciarsi e continuare il lavoro sporco stanando il fuggiasco.

Oh se non riusciamo a fa un sito magari butti st'idea in qualche post.


CRITICAL CAR



N.B. Dice Il Riccioletto che a Milano i bicisti sono molto + preponderanti, arrogànzi & rischiòferi che x es. a Roma.


6 commenti:

Il Riccioletto ha detto...

Scrivendo quanto sopra, mai avevo notato che il titolo della email, decontestualizzato in quanto residuo di email precedente, e pertanto impertinente, da' quel tocco naïf in più. Per giunta in linea con quanto magistralmente osservato da vilipendio in un post precedente sulla zozza (ma, perbacco, splendida dominatrice)carfagna. Quello Re: Carfagna. Stavolta Re: Tabacco. Morale: inutile nascondersi - io, il riccioletto, sotto sotto sono un monarchico.

Il Riccioletto ha detto...

Qualche osservazione aggiuntiva: sia ben chiaro, mi è simpatica l' idea della bicicletta come mezzo non inquinante. Ma quando tale mezzo diviene molesto le cose cambiano: vanno spessissimo contro mano ci sfrecciano ad un centimetro sui marciapiedi, sentendosi talvolta legittimati da un drin drin, talvolta anche senza. Hanno un espressione facciale che esprime chiaramente il concetto di "la bici ha precedenza sulla macchina" ma poi ti si piazzano davanti al veicolo e vanno a 10 all' ora (ematocrito a parte). Infine vorrei portare l' attenzione di tutti sul fatto che la bici è l'unico mezzo che qualora in movimento occupa 4 volte lo spazio che esso occupa a riposo e questo perché il ciclista "sbarella" sempre. La bicicletta è un mezzo che sbarella per definizione ed occupa pertanto mezza carreggiata impedendo ogni idea di pacifico sorpasso.
Ragazzi le bici sbarellano, questo è il punto.

Vilipendio ha detto...

Non lo so, a me tutto questo mi fa ridere e tanto basta.

Luca Venturini ha detto...

Ciao,

temo che tu non abbia capito cosa sia la CM.

Ne parli come di una caccia agli automobilisti mentre nessuno ha voglia di dare la caccia ad alcunche'. Si tratta semplicemente di un gruppo di ciclisti che vanno in giro per la citta'. Nulla di diverso da quello che fanno tutti i giorni milioni di automobilisti con i propri veicoli.

In questo senso la "critical cars" non ha significato in quanto non e' altro che cio' che avviene tutti i giorni.

Vilipendio ha detto...

Che c'entra,

temo anch'io che tu non abbia capito cosa sia la CV (Compagine Viola).

Là davanti abbiamo un centrattacco di razza che la butta dentro ogni volta. Tra i pali c'è un'autentica saracinesca. Perfino dai gregari riceviamo contributi puntuali e generosi ogniqualvolta l'occasione lo richieda.

In questo senso, le "altre squadre" non hanno significato in quanto non sono altro che roba di tutti i giorni.

Ciao.

Il Riccioletto ha detto...

Bellissimo. Se i componenti del Critical Mass fossero "semplicemente un gruppo di ciclisti che vanno in giro per la città" allora chi va allo stadio è "semplicemente gente che desidera seguire una partita dal vivo". Buon fine settimana (lungo).

Paperblog